A Como l’oncologia è coordinata dalla sanità pubblica e privata

Oncologia

L’oncologia è un ramo della medicina che si occupa di diagnosticare e curare tutte le tipologie tumorali, solide e del sangue. Con il termine neoplasia si definiscono quelle formazioni che originano da una crescita anormale e spontanea di cellule. Quando è maligna prende il nome di cancro ed è in grado di espandersi ed invadere tessuti e organi adiacenti.

A seconda delle parti del corpo colpite i tumori vengono definiti: melanomi (cute), gliomi (sistema nervoso), linfomi (linfociti), sarcoma (tessuto adiposo, muscolatura, vasi sanguigni), carcinomi (pelle, apparato gastrointestinale, organi interni).

Como e la Rete Oncologica

consulenze in oncologia a ComoLa tecnica diagnostica più importante è sicuramente la cronologia clinica del paziente. I sintomi rivelatori della malattia più comuni sono: stanchezza, perdita di peso immotivata, anemia e febbre.

I principali esami diagnostici sono la biopsia e l’esame al microscopio. Anche le analisi del sangue o i marcatori tumorali sono validi rivelatori.

Tecniche diagnostiche specifiche sono infine l’endoscopia per il tratto gastrointestinale, i Raggi X, la scansione CT, la scansione MRI, la tomografia, gli ultrasuoni e tecniche radiologiche e scintigrafiche.

Organizzazione per l’assistenza del malato

Le unità operative di ematologia e oncologia a Como permettono di soddisfare tutte le esigenze del malato, diversificando i percorsi terapeutici che prevedono l’impiego di tecniche all’avanguardia.
Il ricovero ospedaliero è riservato a tutti quei pazienti che presentano condizioni cliniche compromesse. Particolare attenzione viene riservata alle camere dei lungodegenti, che si presentano molto confortevoli al fine di rendere meno penoso possibile il percorso di cura.

I regimi di Day Hospital sono previsti invece per soggetti le cui patologie richiedono terapie brevi.
Gli ambulatori sono punti di riferimento per i malati che seguono una terapia farmacologica presso il proprio domicilio e per coloro che devono sottoporsi a sedute di chemioterapia o radioterapia.
Molto importante è anche il ruolo che queste strutture rivestono nei confronti dei post-operati.

I controlli che vengono eseguiti periodicamente sui soggetti che hanno subito l’asportazione di una forma tumorale è fondamentale per scongiurare il rischio di recidive.
Per coloro che dovessero averne necessità, sul territorio sono presenti diverse associazioni su base volontaria che forniscono assistenza domiciliare.

Ultima forma di sostegno è quella delle cure palliative, che garantiscono ai malati terminali una morte dignitosa senza dolore e ai familiari un valido supporto psicologico.

Attenzione alla donna

L’Osservatorio nazionale sulla salute della donna collabora con vari enti ospedalieri territoriali in numerosi progetti che, particolarmente attenti alle patologie tumorali femminili (tumore alla mammella, ovaio, utero, collo dell’utero), si occupano di creare e diffondere campagne di informazione e prevenzione sulla malattia, promuovendone la diagnosi precoce.

Written by Staff