Prezzo oro questo sconosciuto, vediamo andamenti e quotazioni

Ti sei mai chiesto cosa guida l’andamento del prezzo dell’oro?

Che sia per passione, interesse o semplice curiosità, la caratteristica connotazione del mercato del più famoso tra i metalli preziosi, rappresenta uno spunto sempre interessante per riflettere, sognare e, perché no, scegliere di iniziare ad investire, acquistare o vendere oro.
Se ti incuriosiscono andamenti e quotazioni, ecco una guida essenziale: tutto ciò che c’è da sapere sul prezzo dell’oro.

Il mercato dell’oro.

Ormai da molti anni, l’oro viene scambiato su mercati fuori borsa.
In linea di massima gli scambi avvengono direttamente tra acquirente e venditore, senza il necessario intervento di intermediari autorizzati e il prezzo dell’oro viene stabilito, di momento in momento, in base al rapporto tra domanda e offerta.
L’oro viene scambiato su diverse “piazze”, su scala mondiale, con la conseguenza che, susseguendosi aperture e chiusure dei diversi mercati, può affermarsi con buona approssimazione che esso viene scambiato 24 ore su 24.
Essendo un mercato fuori borsa, esso è privo di alcuni elementi tipici dei mercati azionari o titoli, primo fra tutti il prezzo di chiusura.
Ciò nonostante, esistono alcuni indici utilizzati da tutti coloro che, a vario titolo, appartengono a questo settore, compresi gioiellerie, banco metalli, compro oro.

I prezzi dell’oro.

Quando si parla di prezzo dell’oro, si utilizza necessariamente una definizione molto generica. Sul mercato dell’oro infatti, vengono utilizzati diversi riferimenti di valore.
Si parla ad esempio di prezzo “SPOT”, in relazione al prezzo stabilito nello scambio diretto, nato dal confronto tra domanda e offerta, mentre con la locuzione prezzo “FUTURE”, si indicano le transazioni a termine.
Quello che però è ritenuto il principale indicatore, è il cosiddetto “FIXING” dell’oro, o prezzo Fix.

il prezzo dell'oroLa Borsa di Londra e il Fixing dell’oro

A partire dalla fine dell’ottocento, la Borsa di Londra ha assunto il ruolo di calmiere del mercato dell’oro bilanciando, per quanto possibile, il rapporto tra domanda e offerta.
Attori di questo bilanciamento sono alcuni tra i maggiori istituti di credito, riuniti nel World Gold Council. Attualmente, dopo la fuoriuscita della Deutsche Bank, ne fanno parte Barclays, Société Générale, Scotia Mocatta, HSBC.

Ogni giorno, in base al diverso prezzo di apertura, i membri del Council valutano le commesse ricevute dai propri clienti e procedono, alla luce di esse, a vendere o acquistare oro.
Solo quando domanda e offerta si trovano in equilibrio, viene fissato il prezzo dell’oro, il quale viene poi comunicato due volte al giorno.

Il Fixing dell’oro, come già accennato, è il principale prezzo di riferimento per tutti coloro che, a vario titolo, agiscono sul mercato dei preziosi.
Esso, chiaramente, non viene mai utilizzato tal quale, ma trova di volta in volta gli opportuni adattamenti.
Ad esempio, nel caso del settore dell’oro lavorato, la quotazione dei mercati (che è riferita all’oro puro 24 kt), non solo deve essere adattata alla reale composizione della lega d’oro cui ci si riferisce, ma sconta l’applicazione di uno spread, atto a coprire le spese di gestione e stoccaggio degli operatori e che viene fissato autonomamente da ciascuno di essi.

Written by EV